Loading
Apr 19, 2016

Affitto in Germania

Trovare un appartamento

Non é sempre semplice trovare un appartamento nelle grandi città della Germania. Nel nostro caso, abbiamo dovuto iniziare le ricerche circa 4 mesi prima del trasloco. Il modo più comune per cercare appartamenti in Germania é attraversi siti Web specializzati. La cosa mi ha sorpreso non poco, visto che in Italia é comune recarsi in agenzie immobiliari per cercare appartamenti in affitto. La maggior parte dei privati e delle agenzie usano siti Web come immobilienscout24.de e immowelt.de.

Non consiglio di andare in una agenzia immobiliare per far cercare loro un appartamento. Il motivo é che c’é da pagare un servizio il quale costo arriva fino a tre mensilità. Questo pagamento lo deve “chi richiede il servizio”. In poche parole, la cifra viene pagata dal padrone di casa se la casa viene pubblicizzata sul sito dell’agenzia immobiliare (o siti come immobilienscout24.de) e poi aggiudicata a qualcuno.

I do not advice going to a real estate company for having them do the search for you. The reason is that there is a fee to pay, which is up to 3 months of your rent, that is owed by whoever requires the service. This fee is paid by the landlord when the house is already advertised and you find it by yourself.

Il mio consiglio per contattare il potenziale padrone di casa o la agenzia é di preparare una lettera breve e concisa, su chi siete e chi vi accompagnerà. Potrebbe aiutare menzionare delle qualifiche accademiche o professionali. Non temete di contattare decine di persone, visto che la richiesta é talmente alta che é raro ricevere una risposta.

Il contratto di affitto

Prima o poi riceverai qualche risposta positiva. Andrai a visitare la casa con il potenziale padrone di casa o un agente della agenzia immobiliare. Se va tutto bene, stipulerai un contratto (Wohnraummietvertrag) tra le parti. Non spendo molte parole sul contratto in sé. Leggilo bene e in caso chiedi aiuto a qualche amico che mastica il tedesco. Se il contratto é di tipo standard (facilmente preso da hausbesitzerverlag.de), dovrai controllare bene le clausole aggiuntive (Sonstige Vereinbarungen) verso la fine del contratto. Queste clausole specificheranno regole aggiuntive, per esempio non bucare le piastrelle del bagno. É importante sapere che le regole condominiali (Hausordnung) fanno parte del contratto stesso. Non rispettare le regole condominiali potrebbero causare uno sfratto. É anche normale in Germania che le pulizie condominiali, sia quelle brevi tipo lavare le proprie scale che quelle grandi, vanno eseguite dai condomini.

La dichiarazione di occupazione del padrone di casa

Insieme a una copia del contratto di affitto, il padrone di casa deve consegnarti una dichiarazione di occupazione dell’immobile (Bestätigung des Wohnungsgebers). Questo documento deve essere firmato dal padrone di casa. É obbligatorio per legge, e ti verrà richiesto quando registrerai la tua residenza.

Servizi

In Italia devi arrangiarti rispetto a servizi come acqua, corrente elettrica, gas, eccetera. In Germania invece, é compito del padrone di casa di far trovare la casa già allacciata ai servizi base. In poche parole, traslocherai in una casa funzionante. Per questo motivo, dovresti cercare di aprire un conto in banca prima del trasloco dato che le compagnie per i servizi chiedono dei mandati SEPA Direct Debit (il vecchio RID) per pagare le bollette. Quando ti sarai trasferito, sarai libero di cambiare operatori a tuo piacimento.

written by dgraziotin

Dr. Daniel Graziotin received his PhD in computer science, software engineering at the Free University of Bozen-Bolzano, Italy. His research interests include human aspects in empirical software engineering with psychological measurements, Web engineering, and open science. He researches, publishes, and reviews for venues in software engineering, human-computer interaction, and psychology. Daniel is the founder of the psychoempirical software engineering discipline and guidelines. He is associate editor at the Journal of Open Research Software, academic editor at the Research Ideas and Outcomes (RIO) journal, and academic editor at the Open Communications in Computer Science journal. He is the local coordinator of the Italian Open science local group for the Open Knowledge Foundation. He is a member of ACM, SIGSOFT, and IEEE.

Comments

Leave a comment